Hotel La Villa 2021


Cosa vedere a Bastia Umbra PG


Via Bastiola, 124, 06083 Bastia Umbra PG, Italia Bastia Umbra PG
Percorso Perugia

Qui si svolge ogni anno anche il Palio delle Barche, curiosa gara storica sulle acque del lago. Una veduta del Lago Trasimeno, il più grande del Centro ItaliaCosa vedere in Umbria? Meta apprezzata tanto da chi ama la natura quanto da chi vuole visitare i borghi più pittoreschi, è il più grande lago del Centro Italia, circondato da castelli, paesini e paesaggi mozzafiato. Il bel centro storico di Trevi, centro noto anche per la produzione di pregiato olio d’olivaNei pressi di Foligno, Trevi è la patria dell’apprezzatissimo olio umbro, ma anche uno dei borghi più belli d’Italia, con le sue antiche chiese e la sua torre medievale. Chi decidesse di visitarla non può fare a meno di raggiungere l’oasi naturalistica delle sorgenti del Clitunno, o ammirarne le colline e i frantoi storici. Il Museo del Vino di TorgianoFamosissimo per i suoi vini e i suoi prodotti tipici, Torgiano è certamente uno dei borghi più interessanti da visitare vicino a Perugia.

Hotel La VillaHotel La Villa

Fai una sosta in enoteca e degusta qualche vino locale accompagnato da un tagliere di salumi. La sua Piazza del Popolo non smette mai di affascinarmi, senza contare l’incredibile chiesa della Consolazione. A pochi minuti da Lizori si trovano le Fonti del Clitunno, un’oasi verde che nasce attorno al fiume Clitunno. Nel corso dei decenni le Fonti hanno ispirato grandi poeti italiani e non, tra cui Giosuè Carducci e Lord Byron. Senza allontanarti troppo da Montefalco, ti imbatterai inSpello, un gioiello unico nel suo genere.

Sarà molto difficile che le sue città, i suoi paesaggi (e i suoi piatti tipici!) ti possano deludere. L’Eremo delle Carceri è forse il più celebre tra i luoghi frequentati da San Francesco. Posto a quasi 800 metri d’altezza da cui si gode un magnifico panorama sulla pianura sottostante, l’eremo fu costruito nell’XI secolo e terminato nel XIV. Fu chiamata così perché il santo, metaforicamente, si carcerò tra queste mura per meditare. Oggi si mostra in tutto il suo fascino spirituale dove natura, storia e raccoglimento si uniscono per creare uno dei luoghi sacri più ricercati d’Italia. In virtù della sua rilevanza storica e religiosa è stato inserito, insieme con altri luoghi di culto francescani, tra i Patrimoni Mondiali dell’Umanità dall’UNESCO.

Nei giardini della villa troverai una balconata con una vista incantevole sulla vallata sottostante. Il Mercato delle Gaite, invece, è una celebre rievocazione medievale in cui i quattro quartieri di Bevagna si sfidano in quattro gare per aggiudicarsi la vittoria del palio.

Da vedere anche il Mercato delle Gaite, con la riproposizione degli antichi mestieri. Le rinomate ceramiche di DerutaNon lontano da Perugia anche Deruta merita sicuramente una visita. Il centro è sin dal Medioevo rinomato per la produzione di pregevoli ceramiche artistiche. Assolutamente da visitare quindi, oltre al centro storico, il Museo della Ceramica e le antiche fornaci del ‘500 vicino a Porta San Michele. Altri meravigliosi borghi nelle vicinanze di Bastia Umbra sono Deruta e Torgiano. Il piccolo centro di Deruta, terra di antichi saperi artigianali e contadini, è la capitale umbra della ceramica artigianale, tradizione che risale dal XVI sec.

La città inoltre è sede di competition internazionali quali l'Eurochocolate e l'Umbria Jazz. Essendo un piccolo borgo, Bastìa Umbra, è facilmente visitabile a piedi ma il servizio di trasporto pubblico locale è molto efficiente e permette di spostarsi in completa sicurezza per tutto il centro abitato.

Non puoi perderti la Basilica di San Francesco, splendidamente ricostruita dopo il terremoto del 1997, la Basilica di Santa Chiara e l’Abbazia di San Pietro. Per una visita completa di Perugia ti consigliamo di fermarti al centralissimo boutique resort Locanda della Posta, dove ti ritroverai circondato da consolation ed eleganza.

Todi ha dato i natali al famoso Jacopone, quello che si fustigava per purificarsi dai peccati. A Lizori si trova anche un delizioso relais che ti consigliamo come appoggio per visitare tutta la zona compresa tra Trevi e Spello. Si chiama Borgo Lizori ed è formato da sette appartamenti grandi e luminosi, con viste spettacolari sulla valle spoletina. Fai un giro veloce nel piccolo borgo di Montefalco, poi programma la visita in qualche cantina della zona. Potrai anche degustare i 7 vini della cantina e accompagnarli con taglieri di eccellenti prodotti locali.

La Corsa dell’Anello a NarniPer chi ama le rievocazioni medievali Narni è sicuramente uno dei luoghi più importanti in Umbria. Vi si svolge infatti ogni anno la tradizionale “Corsa dell’Anello”, antica gara tra cavalieri conosciuta in tutta Italia. Da visitare assolutamente c’è anche l’imponente Rocca di Albornoz e ovviamente il pittoresco centro storico, con piazza Garibaldi e il duomo. Castiglione del LagoTra i posti da visitare in Umbria, nell’space del Lago Trasimeno, Castiglione del Lago è certamente il più suggestivo. Città di origine medievale, ancora oggi è caratterizzata dal Palazzo Ducale e dalla vicina Rocca del Leone, antico castello a difesa del borgo. Non si può lasciare l’Umbria senza aver visitato Perugia, ancor di più se dista soltanto thirteen,6 km da Bastia Umbra. "Perusia", in romano antico, sorge al centro della regione, con i cinque rioni storici racchiusi dalle mura etrusche da cui si accedeva grazie a sette porte, tra cui particolarmente imponente, Porta Pulchra o d'Augusto.

Per questo motivo rappresenta un luogo di culto fortemente connesso al francescanesimo. Questa città dell'Umbria, situata tra Perugia e Assisi,Bastia Umbra, rappresenta un meraviglioso borgo antico dove sostare per godersi il verde panorama della Valle Umbra, in cui è adagiata. Sul territorio sono organizzati diversi eventi e manifestazioni che dimostrano anche la tradizione folkloristica, culturale e gastronomica di Bastia Umbra.

Situato nella campagna umbra, a soli 2 km da Bastia Umbra e advert appena 5 minuti in auto da Assisi, il Campiglione Hotel offre un giardino e un parcheggio gratuito. Bastia Umbra è un comune che offre various soluzioni ai viaggiatori con animali. Zampa Vacanza ti propone tante idee di viaggio, itinerari specializzati, e strutture animali ammessi e spiagge per caniper organizzare in ogni dettaglio la tua vacanza a Bastia Umbra con animali.

Viamichelin Propone Di Guidarmi Tramite Gps Sullitinerario Perugia

Hotel La VillaHotel La Villa

Il Monte Subasio con i suoi 1290 metri d’altezza limita a est la Valle Umbra ed è denominato anche "Monte de Assisio", l'intero centro storico di Assisi è infatti compreso nel Parco e ne caratterizza le valenze naturali e storico-culturali. Sulle sue pendici si trova l'Eremo delle Carceri, il luogo in cui san Francesco d'Assisi e i suoi seguaci si ritiravano per pregare e meditare. Nell'space del parco sono inoltre presenti diversi borghi, rocche, ponti, fontanili. Chiese, santuari, conventi, abbazie, oratori, edicole che vanno ad incrementare il valore storico ed architettonico del territorio.

Perugia, disseminata di antichi monasteri, basiliche progettate e affrescate dai più grandi artisti del tempo, e luoghi di culto, contiene in sé un patrimonio inestimabile di valore artistico e storico. Piazza IV Novembre è un insieme di opere monumentali, tra la Fontana Maggiore, il Duomo e il Palazzo dei Priori. Il centro storico si trova sotto l'antica acropoli etrusca, i resti della Rocca Paolina hanno creato una vera e propria città sotterranea.

Hotel La VillaHotel La Villa

Piazza del Popolo a TodiIl paese che vide nascere il grande poeta duecentesco Jacopone da Todi è un vero gioiello dell’Umbria. Il suo scorcio più pittoresco è quello diPiazza del Popolo, coi suoi palazzi risalenti all’epoca dei comuni e il duomo dell’Annunziata, ma meritano una visita anche la chiesa di San Fortunato e quella della Consolazione, realizzata da Bramante.

Passignano Sul Trasimeno: La Rocca E Il Palio Delle Barche

La cittadina oltre alla sua bellezza ed importanza storica offre la possibilità di gustare piatti che valorizzano i prodotti tipici della zona. ATorgianoè possibile visitare lachiesa di San Bartolomeo(XIII_XIV sec.) che accoglie dipinti risalenti al ‘500 e ‘600. E’ presente anche ilMuseo dell’Olio con una vastacollezione di documenti e oggettidi grandeinetresse storico. Spello nasce su uno sperone del Monte Subasio e sembra protendersi in avanti a dare il benvenuto ai visitatori.

I luoghi francescani sono carichi di testimonianze d’arte, come quelle raccolte nella Basilica di San Francesco a firma di Giotto, Cimabue, Pietro Lorenzetti e Simone Martini, e nelle Abbazie Benedettine di Montelabate e di San Benedetto al Subasio. L'Umbria è la regione che ha il maggior numero di comuni iscritti nel club dei "Borghi più belli d'Italia", ventidue in tutto, tra questi, Bastia Umbra che può rappresentare dunque un ottimo punto di partenza per andare alla scoperta della Valle Umbra. A circa 10 km di distanza, dal borgo perugino, si raggiungono leTerme Francescane Village.

Qui però non c’è nessuna strega che fa piombare il borgo in un inverno perpetuo. E non dimenticare di fare un salto al Pozzo di San Patrizio, un piccolo capolavoro di ingegneria risalente al 1500. Oltre al Duomo meritano una visita anche Palazzo Soliano, Palazzo Papale e Palazzo Faina.

Hotel La VillaHotel La Villa

Se cerchi qualcosa di davvero speciale, a Bastia Umbra, un hotel 5 stelle costa in media € zero a notte (in base ai prezzi su Booking.com). Situato a Bastia Umbra, a forty three km da Gubbio, il B&B Il Rifugio offre gratuitamente il WiFi e l'uso delle biciclette.

Grazie alle proprietà chimiche delle acque, si possono curare malattie otorinolaringoiatriche, cardiovascolari, ginecologiche, reumatiche e dermatologiche. Uno dei luoghi più suggestivi della cittadina è senza dubbio la Rocca Baglionesca, una costruzione fortificata edificata nel corso del Quattrocento per essere utilizzata come residenza da parte della famiglia Baglioni, che governava la città. All’interno della Rocca è possibile ammirare la Chiesa di Sant’Anna del XVIII secolo, realizzata con il contributo di Artemisia Baldeschi, contessa di Perugia. Situata nel cuore dell'Umbria, tra Perugia e Assisi, Bastia deve le sue origini all'epoca romana, ma visse il periodo di maggior splendore nel vivo nel corso dell'undicesimo secolo, quando divenne un importante castello. Il suo nome, Bastia, deriva proprio dalle imponenti mura della città e dai numerosi bastioni di cui era dotato il suo castello.

I veri padroni di questo borgo sono i fiori, che invadono i suoi vicoli durante la bella stagione. Una visita di Trevi deve includere la Chiesa di San Francesco, con il suo prezioso e raro organo da muro, Piazza Mazzini con la sua torre civica e il Palazzo Comunale, il Teatro Clitunno e Villa Fabbri.

Inoltre devi essere pronto a viaggiare su strade in pendenza, tra salite e discese proceed. Spesso incontrerai anche tratti molto dissestati, perciò vai piano e guida con prudenza. Procedendo nella nostra esplorazione, Todi è un altro borgo umbro di grande pregio storico-culturale.

Dotato di una vasca idromassaggio, il Sulle orme di Francesco appartamento blu si trova a Bastia Umbra. Circondato da un giardino, il Rosa di Assisi offre la connessione Wi-Fi gratuita nelle aree comuni e dista meno di 10 km da Assisi.

Lo scopo è quello di rievocare il più fedelmente possibile la vita tra il 1250 e il 1350. A pochi chilometri da Assisi sorge Bevagna, un borgo umbro inserito sia nel circuito dei Borghi più Belli d’Italia che in quello delle Bandiere Arancioni.

Luoghi di interesse storico ed economico come Terni, che con le sue acciaierie fu un centro importantissimo in Italia, ma che conserva anche importantissimi resti archeologici di epoca romana. Terni è inoltre considerata la “città degli innamorati“, perché vi nacque San Valentino.

Per visitare Gubbio con calma ti consigliamo di alloggiare all’Hotel Gattapone, in posizione centrale e molto accogliente. È senza dubbio una meta perfetta sia per una vacanza in alta stagione che per un tour primaverile o autunnale.

È proprio la pietra rosa del Subasio a dare a tutto il centro urbano una meravigliosa colorazione. Come per Spoleto, anche a Spello tracce di epoca romana e medievale convivono in perfetta armonia. I resti dell’Anfiteatro e del Teatro romano sorgono all’interno della cinta muraria medievale dove sono perfettamente conservate la Porta Consolare e la Porta Urbica. la lizza, corsa a staffetta nella piazza, dalla chiesa parrocchiale al palazzo comunale e ritorno svolta da sedici atleti . Cascate delle MarmoreUno dei più bei luoghi da visitare in Umbria sono le Cascate delle Marmore, un salto spettacolare di 165 metri che porta le acque del fiume Velino nel sottostante fiume Nera. Il corso d’acqua fu originariamente deviato dai romani e ancora oggi la forza della cascata viene utilizzata per alimentare una centrale idroelettrica. Terni, città che nel 176 diede i natali al vescovo e martire San ValentinoNon solo piccoli borghi affascinanti, ma anche importanti città contraddistinguono l’Umbria.

Importante è il Palio de San Michele che da sempre è organizzato come sfida tra i quattro rioni (Moncioveta, Portella, San Rocco e Sant'Angelo) che si affrontano su tre competizioni. Il Palio de San Michele si tiene a settembre ed è oggi arricchito da spettacoli e animazioni che coinvolgono tutti i rioni. Situata nel cuore dell'Umbria, non lontano da Perugia e da altre importanti località come Assisi e Torgiano, La città può vantare una lunga storia che risale all'epoca romana. Notizie certe danno Bastia Umbra con il nome di Insula, intorno all'XI secolo e fino al XIV secolo era indicata con questo toponimo in documenti d'archivio. Il nuovo toponimo risale ai primi anni del XIV secolo, quando Bastia resistette alle invasioni perugine ma poi le sue fortificazioni furono distrutte e fu realizzato il castello con 17 bastioni. I luoghi vengono visualizzati in base ai consigli dei redattori di Tripadvisor e alle recensioni degli utenti di Tripadvisor.

Anche le architetture religiose sono significative e in quanto a opere d'arte conservate e riferimenti culturali, non hanno nulla da invidiare alle chiese più note dei circuiti e degli itinerari turistici umbri. Molto bella è nella centralissima Piazza Mazzini la Chiesa di Santa Croce, con la facciata di calcare bianco e rosa e una navata in stile gotico. Al suo interno conserva opere importanti di Tiberio d'Assisi, Cesare Sermei e Nicolò Alunno. Situata in Piazza Umberto I, vanta elementi architettonici importanti che per vari motivi gestionali e poi a causa del sisma del 1997 sono stati destinati al declino.

Il suo centro storico è davvero affascinante ed è dominato dall’eleganza di Piazza IV Novembre e della Fontana Maggiore. I miei posti preferiti in assoluto sono la Scalinata dell’Acquedotto e i Giardini Carducci. Sull’isola sorge lo scenografico Castello Guglielmi, purtroppo al momento chiuso al pubblico. Per visitare l’Isola Maggiore si possono prendere traghetti dai comuni di Tuoro sul Trasimeno, Passignano e Castiglione.

Merita sicuramente una visita non solo per l’atmosfera che sa regalare, con le sue numerose vie piene di palazzi medievali, ma anche per lo splendido duomo, uno dei più grandi capolavori dell’architettura gotica in Italia. Città della PieveTra i borghi più belli dell’Umbria c’è di sicuro Città della Pieve, casa natale del Perugino. Il grande pittore, maestro di Raffaello, adornò le sale più belle del capoluogo umbro, ma anche nel suo paese d’origine lascio opere di grande valore, ancora oggi custodite nella cattedrale dei Santi Gervasio e Protasio. Scheggino, labirinto di viuzze e saliscendi sorveglia il passaggio del fiume NeraIl borgo di Scheggino è un paese piccolo, anzi piccolissimo, ma capace di emanare un fascino incredibile. Voluto dal Ducato di Spoleto per difendere il ponte sul fiume Nera, è un labirinto di viuzze e saliscendi, case antiche di pietra e scorci incantevoli. La cultura e le tradizioni di tempi antichi sopravvivono nel folclore e nelle sagre di paese.

Gravemente danneggiata dal terremoto del 1997 e, una volta terminate le operazioni di recupero, sarà utilizzata come auditorium comunale. Da vedere inoltre la chiesa di San Rocco e quella di San Paolo delle Abbadesse, dove nel 1212 si rifugiò santa Chiara per sfuggire ai genitori. Oltre alle ricchezze storico-architettoniche da vedere nei dintorni di Spello, troviamo perle ambientali di grande rilievo come il Parco del monte Subasio che tutela un’area di oltre 7.000 ettari, a nord del paese. In esso troviamo vallate, prateria di quota, vaste boscaglie, torrenti, grotte, forre e testimonianze delle epoche passate come luoghi di culto, castelli, e molti edifici storici presenti soprattutto nei borghi.

A partire dagli gnocchi conditi con ragù d'agnello, il piccione arrosto e ripieno e la Palomba alla Ghiotta, un colombo cotto allo spiedo e condito con salsa d'acciughe. Per quanto riguarda i dolci, i più richiesi e conosciuti sono la Ciaramicola, preparata soprattutto durante i giorni di Pasqua, la rocciata, dolce di pasta sfoglia ripiena di frutta e i maccheroni dolci, pastasciutta con zucchero e noci. La Rocca di Bastia Umbra sorge nel centro della città e precisamente tra via della Rocca e Piazza Umberto I. La struttura fu consolidata nel 1431, quando divenne sede della famiglia Baglioni, che al periodo governava la città. Successivamente dal XVI secolo, la fortezza passò allo Stato della Chiesa, perdendo così la sua funzione militare e difensiva. La Rocca Baglionesca ha vissuto un lungo periodo di abbandono, fino al 600, periodo in cui ha ospitato il monastero benedettino femminile. Le Fonti del Clitunno sono l’altro fiore all’occhiello del paesaggio naturalistico umbro. Queste sorgenti sotterranee nascono a Campiello sul Clitunno, tra Spoleto e Foligno lungo la through Flaminia.

Tuoro sul TrasimenoSul lago si trova anche Tuoro, paese costruito nel luogo esatto in cui i romani e i cartaginesi si scontrarono nella celebre “Battaglia del Trasimeno”. Da visitare c’è sicuramente Castel Ranieri, ma il paese è anche il punto migliore per raggiungere e ammirare la bella Isola Maggiore. Cunicoli e camminamenti sotterranei compongono una fitta rete di passaggi che conducono alle antiche cisterne, da cui deriva il suo nome. Città di Castello, ricca di testimonianze del RinascimentoA differenza di molti centri umbri di impianto medievale, Città di Castello è ricca di testimonianze anche del Rinascimento. Un luogo incantevole caratterizzato da torri e campanili, da palazzi storici come quello dei Priori o come Palazzo Albizzini, con la sua galleria d’arte, e da chiese stupende come il Duomo e la chiesa di San Francesco. Spoleto, sede di manifestazioni dal respiro internazionaleCosa vedere in Umbria se si è alla ricerca di una città ricca di storia, arte e cultura ma anche di eventi?

Ad Assisi conviene fermarsi una notte, anche solo per ammirare il colonnato della Basilica di San Francesco illuminato da mille luci. Ti consigliamo di alloggiare alla Residenza d’Epoca San Crispino, situata nel centro della città. Se a un certo punto le chiese ti avranno stancato, puoi passare alla visita della Rocca Maggiore e dei resti della città romana, in particolare l’Anfiteatro. Meritano una visita anche la Rocca del Leone, con la passeggiata lungo le sue mura, e le chiese di Santa Maria Maddalena e San Domenico. I motivi per una visita Bastia Umbria possono anche essere solo di tipo enogastronomico date le bontà che la cucina offre. A tavola la città umbra offre gustosissimi piatti che valorizzano i prodotti tipici della zona.

  • Lago di Piediluco, luoghi amato da artisti e pittoriIl Lago di Piediluco si trova al confine con il Lazio, non lontano da Terni, ed è uno dei luoghi più pittoreschi dell’Umbria, amato da artisti e pittori che già nel Seicento lo scelsero come soggetto delle loro tele.
  • Bastia Umbragode di inverni poco rigidi grazie alla protezione della catena appenninica, per questo la zona è scarsamente nevosa anche se è possibile assistere a estese brinate e gelate notturne.
  • Molto suggestiva e particolare, la Chiesa di Sant'Anna che si trova all'interno della rocca e che conserva due tele importanti di maestri del XVIII secolo.
  • Sull’isola sorge lo scenografico Castello Guglielmi, purtroppo al momento chiuso al pubblico.
  • Camminare per le strade del borgo significa sfilare tra piccole botteghe e spacci artigianali, un’ampia collezione all’aria aperta è ospitata nei giardini Milizia de Magnini del centro storico.

Il centro della città e le sue stradine ospitano alcune botteghe e laboratori, soprattutto vicino alle chiese e ai castelli. Qui

Deja un comentario