La Montanara 2021


Cosa vedere a Riva del Garda TN


Via Montanara, 18/20, 38066 Riva del Garda TN, Italia Riva del Garda TN
Cosa Vedere A Riva Del Garda, Cosa Fare E Dove Alloggiare

Percorrendo la strada che segue le rive nord occidentali del Lago di Garda giungeremo a Limone sul Garda , uno dei più celebri centri turistici del lago, situato in magnifica posizione panoramica. Alle spalle del paese, imponenti e ripide montagne chiudono l’orizzonte a nord-ovest, davanti il superbo panorama del Lago di Garda, e dall’altra parte già si fa notare il Monte Baldo. Dal 1932, anno in cui fu aperta la strada gardesana, ha visto un notevole incremento turistico, diventando uno dei centri più frequentati del Lago. Da vedere segnaliamo la Chiesa di San Benedetto abate risalente al XVII secolo.

La MontanaraLa Montanara

Direi che camminare su un sentiero panoramico con vista sul lago è una delle cose più belle da fare a Riva del Garda! Il sentiero Busatte-Tempesta è difficile da battere quando si parla di panorami – il percorso è letteralmente sospeso sul fianco della montagna, un luogo di pura bellezza circondato dal cielo, dal lago e dal verde delle foreste che coprono le montagne. Guardando la sponda settentrionale del Garda tra Riva del Garda e Torbole, è difficile non notare la strana montagna a forma di cuneo, che taglia la costa in due. Questo è il Monte Brione, sul quale si trovano numerose fortificazioni risalenti ai tempi della prima guerra mondiale, che possono essere facilmente visitate sia a piedi che in bicicletta, con panorami spettacolari sul lago. Nel pomeriggio, infatti, il famoso vento di Ora inizia a soffiare da sud verso nord. La gente del posto consiglia di nuotare a Spiaggia Sabbioni, a pochi passi dal centro, o a Porfina, che ha anche un bel bar.

Limone Sul Garda

La MontanaraLa Montanara

Nel 1349 il vescovo di Trento Giovanni da Pistoia vendé Riva e i luoghi circostanti a Mastino della Scala, signore di Verona. Sede sociale in c/ Conde de Peñalver, 5, 1º Ext.Izq, Madrid, Spagna. Registrata presso il Registro Mercantil de Madrid, Tomo 36897, Folio 121, Hoja M .

Tra le cose da vedere a Riva del Garda, da non perdere è la caratteristica zona conosciuta come “quartiere del Marocco”. Si tratta di uno scorcio quasi segreto del centro storico di Riva del Garda, la parte più antica che si incontra vicino alle antiche mura della città. Continuando a passeggiare per il centro storico di Riva del Garda, si arriva dritti al suo cuore, nella Piazza III Novembre, il centro civile ed economico di Riva del Garda. Qui è evidente l’influenza austroungarica di un tempo, che si ritroviamo nelle belle facciate dei palazzi.

La MontanaraLa Montanara
  • Inoltre al patrimonio storico si aggiunge quello ambientale; la catena del Monte Baldo rappresenta una delle zone di maggiore pregio naturalistico.
  • Per visitare i borghi che si affacciano sul lago e tutti gli altri monumenti presenti come Ville, Palazzi, Luoghi di Culto e altre piccole frazioni, occorrono più giorni.
  • Riva del Garda è una buona base di partenza per visitare un territorio, quello del Garda Trentino, ricco di bellezze naturalistiche e non solo.
  • GardaTrek è pensato principalmente come un percorso di trekking di più giorni, ma alcune sezioni possono essere percorse anche in un giorno solo.
  • Anche se questo viaggio è frutto di una collaborazione con l’ente, tutte le mie opinioni, come sempre su PimpMyTrip, sono oneste e honest.

La zona è ricca di piste ciclabili e vale la pena organizzare una gita sulla strada panoramica del Ponale che collega Riva del Garda con la Val di Ledro. Un’escursione veloce da Riva del Garda è quella alla Cascata del Varone, che si trova in una grotta scavata dalla cascata stessa in circa 20.000 anni. Con pochi click on avrai chiaro se sono disponibili hotel economici o se ci sono offerte di hotel nelle date selezionate. Di questi publish ho visitato solo il lago di Tenno (e anche fatto il bagno!) e il borgo di Canale di Tenno, molto belli! Mi ispira anche Torre Apponale, il panorama da là deve essere splendido.

Dello stesso artista merita uno sguardo anche l’Addolorata, posta invece nel quarto altare a sinistra. Il busto di questo artista lo troviamo esposto nella piccola piazzetta Craffonara, a lui dedicata, proprio adiacente piazza Cavour. Il centro religioso di Riva del Garda lo troviamo nell’ampia Piazza Cavour, al centro della città, dove spicca la Chiesa di Santa Maria Assunta. Nella Piazza III Novembre di Riva del Garda, si incontra anche la Torre Apponale del 1200, la torre che dominava il porto, chiamata così perché si trova nei pressi dello sbarco di chi proveniva da Ponale, località di fronte.

Appena fuori dall’area urbana di Riva del Garda si possono raggiungere due mete tra le più conosciute e visitate del territorio, la Centrale Idroelettrica e il Bastione. Cosa fare a Riva del Garda e cosa vedere oltre alla magnifica realtà urbana, dove il territorio nasconde testimonianze storiche e meraviglie naturali.

Come risparmiare al meglio per fare un buon viaggio, quale assicurazione da viaggio fare e quali quartieri visitare nelle migliori città del mondo per non perdersi nemmeno uno scorcio, un panorama e nemmeno un evento. La chiesa dell’Inviolata è uno dei quei luoghi che passano inosservati. Si trova appena fuori dal centro storico e il suo aspetto esteriore risulta essere molto semplice, quasi non voglia far attirare l’attenzione su di sé. Nonostante questo il suo interno è un’esplosione d’arte barocca e se sei un’amante dell’arte, ci devi entrare a tutti i costi.

La MontanaraLa Montanara

DAL QUARTIERE MEDIEVALE DI ARCO INIZIA LA SALITA ALLA ROCCAGrazie a “Trentino Guest Card” l’ingresso alla rocca è gratuito. Partiamo quindi dal centro storico di Arco e, lasciandoci alle spalle i mercatini dell’Avvento, ci inerpichiamo lungo i vicoli che, dal Rione medievale Stranfora, portano al fortilizio. Nonostante la salita tolga a tratti il fiato, è poetico il passaggio attraverso quello che pare un giardino d’ulivi dal quale, passo dopo passo, si apre una visuale d’autore sull’Alto Lago di Garda. Un contesto affascinante e singolare, in cui vegetazione alpina e mediterranea si intrecciano in una sinuosa danza naturale. Dopodiché, ci spostiamo tra i tre piani su cui è suddiviso il museo, dove si attraversano la storia, l’arte e l’archeologia dell’Alto Garda. Un museo da vedere a Riva del Garda e dintorni, in particolare per la sezione dedicata all’archeologia. Senza nulla togliere alla mostra sulle due guerre mondiali o alla pinacoteca, con notevoli opere dal Quattrocento ai giorni nostri, il settore archeologico racchiude vere e proprie chicche.

La piazza è chiusa su un lato da portici risalenti alla seconda metà del Trecento, realizzati dal maestro comacino Guglielmo de’ Frisone, in memoria di Cansignorio Scaligero. Se non alloggiate in uno degli resort del centro, vi consiglio di lasciare l’auto al Parcheggio Terme Romane, comodissimo per raggiungere tutte le attrazioni della città. La tariffa è di 1 €/h nella stagione invernale e 2 €/h nella stagione estiva . Il Museo dell’Alto Medioevo dell’Eur di Roma è un museo che vale la pena di visitare e in cui non troverete mai troppe persone. Qui si trova anche la Domus di Porta Marina trovata a Ostia nel 1949. Lacustre di nascita, si divide tra Riva del Garda e Bologna, dove ha vissuto per dieci anni. Ha studiato Cinema e Discipline dello Spettacolo, attualmente lavora nella comunicazione e negli eventi e collabora come redattrice con alcuni journal on-line.

Prendere il battello e visitare i vicina borghi come Limone o Malcesine col castello scaligero che domina il lago di Garda. Oggi, al suo interno è possibile visitare il MAG, un museo che raccoglie reperti legati al territorio e che raccontano la storia e l’arte locale. La pinacoteca custodisce importanti opere che vanno dal Quattrocento ai nostri giorni. Mentre nel mastio sono raccolte le testimonianze archeologiche della zona e reperti provenienti dalla Val di Ledro, conosciuta attraverso le palafitte. Tra gli eventi da non perdere a Riva del Garda, segnaliamo la Notte di Fiaba, un evento storico che si ripete ogni anno tra la fine di agosto e l’inizio di settembre, per salutare l’property che va by way of. Un appuntamento fisso per tutti i rivani e i migliaia di visitatori che arrivano a Riva del Garda per godersi lo spettacolo, che ormai si ripete da oltre sessant’anni.

In più di un’occasione abbiamo seguito itinerari invernali sui laghi italiani, senza mai pentirci della nostra scelta! Così, durante i tre giorni che passeremo tra i mercatini di Natale del Garda Trentino, ne approfitteremo per creare un percorso alla scoperta dei borghi coinvolti, dato che c’è tanto da vedere a Riva del Garda e dintorni, indipendentemente dal periodo. Proseguendo ancora verso nord, si raggiunge il Lago di Tenno, uno spettacolare lago dall’acqua celeste formatosi attorno all’anno Mille quando una frana chiuse il letto del fiume sul fondo della valle di Ville del Monte. Il lago è una meravigliosa meta dove poter seguire escursioni e percorsi naturalistici nella splendida cornice naturale dei boschi abitati da una ricchissima fauna che attira ogni anno fotografi naturalisti ed escursionisti.

Non avevamo assolutamente in programma un weekend a Riva del Garda. Saremmo dovuti andare a Disneyland Paris, ma il covid ha cambiato i nostri piani e un viaggio improvvisato è diventato uno dei più belli degli ultimi tempi. Scoprite insieme a noi cosa vedere a Riva del Garda e dintorni, sulla sponda trentina del Lago di Garda.

Oltretutto dalla terrazza si gode di una vista mozzafiato su tutta Riva del Garda e oltre. Io te lo consiglio soprattutto per conoscere la storia del luogo, ti basterà poco più di un’ora per portare a termine il tuo percorso, ma credimi, alla nice apprezzerai ancora di più quello che visiterai in città. Anche perché c’è sempre un motivo per andarci e per tornarci non una, ma due, tre, dieci volte. Gira che ti rigira sono ricapitata in un altro dei tuoi post sul trentino.

Ci sono due punti di osservazione – uno alla base, dove è possibile vedere il flusso della cascata, e uno a monte, dal quale tra uno spruzzo e l’altro puoi sentire tutta la forza dell’acqua. Un altro simbolo storico e uno dei principali punti di interesse di Riva del Garda, in particolare per gli amanti della storia. Costruito all’estremità settentrionale del lago, il Bastione sorge su una collina e offre una vista mozzafiato sulla zona e sulla città sottostante. La torre Apponale si trova sul lato orientale della piazza principale nel centro di Riva, Piazza III Novembre. La maggior parte dei locali notturni di Riva del Garda si trovano sul lungolago e nelle stradine del centro storico dove troverete tantissimi lounge bar, wine bar e pub che organizzano happy hour con dj set e serate con musica dal vivo. Riva del Garda, un luogo incredibile dai forti contrasti, con vegetazione mediterranea che cresce sotto lo sguardo delle pareti di ripide montagne davanti a un lago blu cobalto.

Saliamo in cima alla terrazza per godere del tramonto sul Lago di Garda e del panorama a volo d’angelo su Riva del Garda. Durante i mercatini di Natale, i posteggi sono a pagamento in zona Ville del Monte.

Viene considerata la Perla del Garda trentino ed è celebre per le estese spiagge a ridosso di acque azzurre che l’hanno resa famosa fra gli amanti della natura. Il clima è temperato e favorisce la crescita di una vegetazione tipicamente mediterranea; nonostante si trovi a ridosso delle Dolomiti del Brenta a Riva del Garda si possono ammirare palme, limoni e olivi.

Il Borgo Storico Del Canale Di Tenno

Troverete un tranquillissimo giardino dove fare una sosta ed osservare il panorama. Nel periodo invernale il museo è aperto tutti i giorni tranne il lunedì, dalle 10.00 alle 12.30 e dalle thirteen.30 alle 18.00. Il borgo di Riva del Garda si estende nella parte più a nord del lago di Garda. Riva del Garda si trova sul lato nord occidentale del lago di Garda. È una cittadina a portata d’uomo, viva in ogni stagione, specialmente in property e in primavera. Vivere una piccola avventura visitando la “cascata segreta”, vedere il bastione o visitare il museo Mag Museo con interessanti mostre temporali e un’esposizione di reperti archeologici risalenti dal Paleolitico fino al Medioevo. Il 30 novembre si festeggia il patrono Sant’Andrea, con una fiera di antica tradizione nel centro storico, con la presenza di oltre 300 bancarelle.

Gioia per i più sportivi con tante attività legate all’acqua, surf, windsurf e vela che si affiancano ad arrampicate, trekking e passeggiate, all’interno del paese ma anche nei suoi meravigliosi dintorni. La chiamano così, la perla del Garda Trentino, in provincia di Trento, Riva del Garda che, nonostante si trovi ai piedi delle Alpi, vanta un clima mediterraneo, con una vegetazione tipica di quelle regioni, ulivi, limoni, allori e persino palme. Proprio così, un pezzettino di Mediterraneo dove si ergono le Dolomiti del Brenta, con tanto di spiagge ampie e piene di sole, nella parte più settentrionale del lago di Garda. Valuta attrazioni e luoghi da vedere a Riva del Garda o nei dintorni, itinerari naturalistici, enogastronomici e culturali, visite a musei e luoghi storici. Da Riva del Garda si possono organizzare gite fuori porta ad esempio al Monte Brione dove si trovano fortificazioni dell’epoca della Prima Guerra Mondiale e che si possono raggiungere a piedi o in bici.

L’Inviolata è aperta al pubblico tutti i giorni dalle 9.00 alle 17.00. Ci sono alcune cose che non si possono perdere se si passa vicino Trento. La prima è senza dubbio vedere Lungolago, le altre four scopritele con me nel publish. Fare un salto a Canale di Tenno, in dicembre per i mercatini di Natale e in estate per rilassarsi al lago di Tenno. Edificato tra il tra il 1507 e il 1508 per segnare il confine del Principato Vescovile di Trento e distrutto poi dai veneziani, venne ricostruito un bastione rotondo che sostituì l’antica fortezza medievale.

Vi abitano circa 50 persone e la visita farà catapultare il turista in un passato tanto turbolento quanto affascinate. Si trova a poco più di 10 km da Riva del Garda a 600 metri d’altezza. Indubbiamente il Lago di Garda rappresenta la meta turistica più rilevante del cittadina. Per visitare i borghi che si affacciano sul lago e tutti gli altri monumenti presenti come Ville, Palazzi, Luoghi di Culto e altre piccole frazioni, occorrono più giorni. In viaggio tra i posti più belli e suggestivi nei dintorni di Riva del Garda, gioiello di arte e architettura affacciato sul Lago di Garda. Alla Rocca di Arco si sale a piedi, con un sentiero che parte dal centro storico.

IL BORGO DI CANALEMa Canale, è un luogo imperdibile da vedere nei dintorni di Riva del Garda, in qualsiasi stagione o momento dell’anno. Passeggiare lungo i vicoli dell’abitato, che è arrivato fino a noi intatto, ha il dolce gusto della scoperta.

Quindi anche a Riva stessa ci sono attrazioni sufficienti per trascorrere qualche giorno anche se la città è soprattutto un’ottima base sia per vivere il lago sia per andare in esplorazione delle montagne.

Oggi le fortificazioni sono solo parzialmente visitabili ma è in corso un grande progetto di restauro e riqualificazione che porterà advert avere un vero e proprio museo diffuso su tutto il territorio. Le fortezze più interessanti da visitare sono il Forte Garda, sulle pendici del Monte Brione, il Forte San Nicolò, poco più a valle del precedente, il forte S. Alessandro e la Batteria di mezzo, dove si trovava una delle più grandi batterie di artiglieria di tutto il confine. Una visita a queste strutture è molto interessante non solo dal punto di vista architettonico ma anche per riflettere di come appena 100 anni fa i confini e le armi erano la norma tra le nazioni europee, portando al disastro delle due guerre mondiali. Amiamo il lago di Garda, ma la zona che avete fatto voi è quella che conosciamo meno!

Se seguirete quest’itinerario oltre che scoprire il meglio di Riva del Garda, avrete la possibilità di vedere luoghi immersi in una natura incontaminata, borghi misteriosi, altissime cascate e piatti tipici che rendono il Trentino una regione da scoprire con tutti i sensi. Se arrivate la sera, vi consiglio una passeggiata sul lungolago e tra le stradine del centro per poi cenare in uno di questi ristoranti che considero ottimi. Questo tipo di cookie permettono di visualizzare contenuti ospitati su piattaforme esterne (es. YouTube) direttamente dalle pagine di questo sito e di interagire con essi.

Volendo può essere raggiunto anche a piedi con una passeggiata nella natura, gratificata dalla vista sul lago che si apre davanti agli occhi di chi non si è fatto intimorire dal dislivello che però cela un piacevole sentiero nient’affatto impervio. Alzando gli occhi verso il monte Rocchetta si scorse il Bastione, uno dei simboli di Riva del Garda.

In questo mese, fino all’eight gennaio, si tiene Di gusto in gusto, durante la quale per le piazze di Riva si possono gustare e acquistare i prodotti tipici. Con il Natale di Fiaba, dall’eight all’eleven dicembre, quattro giorni di spettacoli in giro per la città. Per capodanno, Mezzanotte di Fiaba & Hop, festa speciale con fuochi d'artificio sul lago insieme alla festa all'insegna della musica elettronica, Hop, appunto.

GardaTrek è pensato principalmente come un percorso di trekking di più giorni, ma alcune sezioni possono essere percorse anche in un giorno solo. Se vuoi fare qualcosa di diverso e particolare, ti consiglio un’escursione notturna, come la spettacolare escursione del Monte Altissimo che embody un viaggio di ritorno a Riva in traghetto. Il vento inoltre fa parte della vita quotidiana sul Lago di Garda – tutto l’anno il vento Peler al mattino soffia verso nord-sud, mentre nel pomeriggio l’Ora soffia da sud-nord, rendendo il lago una vera e propria mecca per chi ama la vela. Riva del Garda è un luogo ideale per imparare a navigare, o per uscire in una escursione a vela attorno al lago, mentre la vicina Torbole è uno dei principali punti per il kitesurf e windsurf di tutta Europa, grazie ai venti quotidiani del Lago di Garda. Riva del Garda è davvero un paradiso per gli avventurieri – oltre a escursioni, arrampicate e ciclismo, c’è molto da fare sul (e dentro!) lago stesso.

Montagna di Viaggi non è una testata giornalistica o un sito di un Ente Pubblico, ma un blog personale che racconta delle mie esperienze personali di escursionismo, cicloturismo con aspetti paesaggistici, naturalistici, storici, artistici. Itinerari e descrizioni riportate in questo sito devono essere visti solamente come idee di massima e premesse per programmare le proprie gite, non possono in nessun caso essere considerate quali consigli o indicazioni certe. Montagna di Viaggi non è responsabile di variazioni, modifiche di prezzi nel corso degli anni,disguidi, errori ed inconvenienti che possono accadere lungo il percorso. Canale di Tenno è anche il punto di partenza ideale per escursioni trekking, come al rifugio San Pietro , il Gardatrek, un itinerario per rifugi di più giorni, oppure al lago di Tenno, raggiungibile con una semplice passeggiata di venti minuti.

Questa simmetrica piazza ospita nel suo complesso porticato, i Palazzi Pretorio e i Palazzi del Municipio di Riva del Garda. Un tempo sotto questi portici si trovavano banchi per il cambiavalute, oltre che numerose botteghe artigiane di diversa merce proveniente dal lago. Sempre in Piazza III Novembre, si svolgevano, un tempo, le quattro fiere più importanti di Riva del Garda, come scritto negli antichi statuti cittadini.

A poca distanza dal lago si può visitare anche il bel borgo medievale di Canale di Tenno, che ha mantenuto nel corso dei secoli il suo splendido aspetto antico con case di pietra e legno addossati al fianco della montagna. All’interno del parco si possono visitare le meravigliose cascate che danno il nome al parco, uno spettacolare salto di oltre a hundred metri da cui l’acqua del torrente Magnone si getta fragorosamente. Una vertiginosa passerella permette di avvicinarsi e ammirare l’acqua di vicino e una storia locale vuole che lo scrittore Thomas Mann, dopo aver visitato le cascate, dedicò alcune pagine del suo capolavoro La montagna incantata alla bellezza naturale di questo situation. Il Bastione è, invece, una fortezza costruita dai Veneziani nel Cinquecento sulla cima della Rocchetta, il monte che domina sul centro cittadino, come punto di avvistamento e difesa in caso di attacco proveniente dalle acque del Lago di Garda.

Una festa all’insegna di danze, giochi ed eventi musicali che si conclude con uno spettacolo pirotecnico che per oltre forty minuti illumina le acque del lago di Garda, regalando un’atmosfera romantica e suggestiva. Il modo migliore per esplorare il lago di Garda resta comunque la bicicletta. Praticamente il lago di Garda ha centinaia di piste ciclabili e numerosissimi percorsi da esplorare, diversi a seconda della difficoltà. Queste sezioni permanenti sono affiancate da mostre temporanee che si svolgono durante l’anno inerenti sia la cultura contemporanea che il paesaggio. Per concludere la visita consigliamo di salire sulla torre della Rocca, da cui si gode una vista straordinaria sulla città di Riva e su tutto il lago di Garda. Riva del Garda è una buona base di partenza per visitare un territorio, quello del Garda Trentino, ricco di bellezze naturalistiche e non solo. Si trova ad un’altitudine di 650 metri e le sue acque turchesi sono perfette per un bel tuffo nelle calde giornate estive.

SCORCI SUL BORGO MEDIEVALEPur avendo visitato Canale già in passato, durante un viaggio tra borghi e castelli del Trentino, nulla potrebbe tenerci lontano da una seconda incursione nel paese iscritto al circuito “I borghi più belli d’Italia”. I vicoletti addobbati con dovizia di particolari, in occasione del Natale, gli alberelli che ad ogni angolo irrorano l’aria di profumo di pino, ravvivano il centro già normalmente bellissimo.

Inoltre al patrimonio storico si aggiunge quello ambientale; la catena del Monte Baldo rappresenta una delle zone di maggiore pregio naturalistico. Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie coverage, inclusa la personalizzazione e l'analisi di annunci pubblicitari e contenuti. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento allacookie policy. I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

Il resto degli edifici è disposto ordinatamente in una architettura che è tipica del medioevo. Ancora oggi nel centro storico di Riva del Garda sono visibili resti delle antiche mura che durante il Medioevo circondavano il borgo.

Adagiato nel cuore della Val di Ledro, troviamo il Lago di Ledro , splendido specchio d’acqua incorniciato da boscose montagne. Il paesaggio è idilliaco ed è possibile la balneazione e altre attività sportive ecosostenibili. Sulle rive è allestito il Museo delle palafitte del lago di Ledro (6-800 m da Molina di Ledro), museo di notevole r

Deja un comentario